Crea la TUA
STRATEGIA DI
CRESCITA

Seguici!

Conversion Rate: alcune linee guida

Torno a parlare del Conversion Rate per indicare alcune linee guida generali e per evidenziare alcuni errori tipici che si possono commettere nella realizzazione di un sito web e che possono avere un impatto negativo sul  nostro sito.

target

Linee guida generali

  1. Mostrare con chiarezza  il contenuto del sito cercando di comunicare cosa offra e cosa lo renda così  unico?  Perché il Cliente dovrebbe acquistare  da noi e non altrove, quali benefici offriamo che ci distinguono?
  2. Eventuali affermazioni e testimonianze  vanno sempre comprovate, per cui è necessario dare efficacia e chiarezza sulle testimonianze raccolte (un telefono, una mail di riferimento), fornendo anche un elenco aggiornato dei prodotti venduti. Sarebbe buona cosa  legare le testimonianze, i propri rapporti con il mondo dei social media, per aumentare la visibilità.
  3. Trasmettere una sensazione di “urgenza” su alcune offerte, stimolando il visitatore ad aderire entro determinate date o su specifiche categorie di prodotto
  4. Attenzione alle affiliazioni nell’elaborazione degli ordini, essere sicuri che il sito partner sia efficace nella spedizione e distribuzione
  5. Curare il processo di vendita mettendosi nei panni dell’acquirente,valutare ogni tipo di criticità e rendere il rapporto con il Cliente empatico, in modo da instaurare un rapporto di fiducia.
  6. Fare in modo che il processo di vendita non si concluda con il singolo prodotto acquistato, incoraggiare il Cliente con altre proposte

Pratiche da evitare che possono avere un impatto negativo sul Conversion rate

  1. Far perder tempo tempo al visitatore con contenuti noiosi: anche se offriamo un buon prodotto questo aspetto diventerà paradossalmente secondario se non accompagnato da una navigazione veloce con contenuti immediati ed intuitivi
  2. Ignorare le motivazioni per cui un processo di acquisto si è interrotto: Per quale motivo il carrello è stato abbandonato? Ci sono feedback negativi da valutare su quel prodotto?
  3. Non costruire un rapporto di fiducia con il Cliente: cerchiamo di adottare sin dall’inizio politiche di sicurezza come il simbolo di VeriSign e definiamo una chiara policy per la privacy
  4. Non cercare di recuperare qualche informazione sul visitatore del nostro sito prima che scappi via: perchè non catturare il suo interesse invitandolo ad iscriversi alla nostra newsletter o catturarne l’attenzione con qualche semplice offerta gratutita? Recuperare la mail di questo visitatore (non ancora nostro Cliente) ci permetterà di tenerlo informato su eventuali campagne che faremo partire
  5. Non far percepire al Cliente eventuali margini di rischio durante l’acquisto

(Fonte: www.e-junkie.info)

Fabrizio Irmici

Curioso ed appassionato del mondo della tecnologia e del web, questa continua esplorazione mi ha portato nel mondo SEO, un mondo molto stimolante dove ogni giorno si può imparare qualcosa e condividerla con tante persone che portano la loro esperienza e conoscenza.