Crea la TUA
STRATEGIA DI
CRESCITA

Seguici!

Disegnare corrette landing page per ottenere ottimi risultati

Imparare a creare delle landing page può aumentare il numero dei visitatori del tuo sito.

Cos’è la landing page?

Prima di cominciare a creare la nostra pagina vale la pena dare una definizione di cosa sia una pagina di destinazione (landing-page).

  • Dal punto di vista di sviluppo web / tecnica: Una landing page non è altro che una pagina web fatta in html, css e immagini
  • Dal punto di vista commerciale: E ‘ una pagina web che chiede agli utenti di eseguire un’azione specifica, come l’acquisto di qualcosa o l’iscrizione ad una mailing list.
  • Da un punto di vista dell’utente: Si tratta di una pagina che viene visualizzata dopo aver cliccato su un collegamento ipertestuale da un altro sito (ricerche su Google, un URL contenuto in un tweet, banner, ecc.)

Perchè creare delle landing page?

  • Per indirizzare gli utenti verso un form o altro al fine di  effettuare un’iscrizione (sia che si tratti di un account, di una newsletter, ecc) o di arrivare ad un contatto
  • Vendere un prodotto specifico in una situazione specifica (come ad esempio una vendita o una promozione)
  • Invogliare gli utenti a scaricare e installare software

Linee guida per la progettazione

Vediamo i principali componenti che caratterizzano una buona landing page.

Call to Action

Lo scopo principale della landing  è  quello di aiutare l’utente a compiere una specifica azione.
Un esempio di “call to action” è “Registrati subito ……”.
Spesso la “call to action” porta l’utente ad effettuare un clic su un pulsante, su un collegamento ipertestuale o addirittura alla compilazione di un modulo web.

Suggerimenti:

  • Essere chiari. Essere diretti  e indicare  sinteticamente le azioni che l’utente deve effettuare e dove porterà l’azione effettuata
  • Limitare il numero di chiamata alle azioni.   E’ molto importante limitare le “call in action ” all’interno della stessa pagina. Una chiamata singola porta una maggiore concentrazione da parte dell’utente e diminuisce i tempi di click
  • La “call to action ” dovrà concludersi con un click.  I Pulsanti sono dei controlli molto conosciuti dagli utenti navigatori quindi capiranno subito come effettuare l’azione. E’ statisticamente provato che un bottone aumenta l’efficacia della landing.
  • Dare le giuste informazioni ben visibili. Gli utenti devo essere “costretti ” a compiere l’azione quindi rassicurarli con le giuste motivazioni può fare la differenza.

Dai un occhio alla pagina squereup, è un ottimo esempio di call in action (la  “call to action”  in questo caso porta all’iscrizione per ottenere un account Square).

La pagina di destinazione di  è un perfetto esempio di una buona chiamata all’azione (la “call to action” è quella di iscriversi per avere un account Square).
In questo caso la stessa home page del sito è stata costruita con caratteristiche di landing page.


Titolo

Una landing page DEVE avere una titolo molto potente, il titolo manda all’utente il messaggio principale, cioè quello che deve aspettarsi dalla landing e rassicura il visitatore comunicandogli di essere arrivato nel sito corretto.

Da tenere sempre a mente che il titolo  ha un solo scopo: far rimanere il visitatore nella pagina.

La domanda da porsi mentre si crea il titolo è: “E’ abbastanza interessante il titolo inserito? Invoglia il visitatore a continuare la lettura?”

Suggerimenti:

  • Il titolo deve essere breve e diretto. Non far perdere tempo all’utente, dai immediatamente al visitatore l’idea di quello che può fare sulla pagina.
  • Disegnalo in modo da attirare l’attenzione del visitatore. Utilizza un carattere più grande e posizionalo nel punto piu strategico/visibile della pagina. Il titolo dovrebbe essere al top della pagine, un utente medio se lo aspetta lì.
  • Utilizza nel titolo parole importanti. Cerca di utilizzare le keyword studiate per il motore di ricerca ed inserisci il titolo nel tag h1 o h2

Possiamo prendere come esempio la pagina di shopify. A questa landing è stato inserito un ottimo titolo, fornisce al lettore in brevissimo tempo il servizio svolto.

Il titolo in questo caso è stato disegnato con caratteri grandi ed è stato messo nel posto piu strategico della pagina, chiunque atterri su questa pagina sarà catturato da questo importante testo.

Semplicità

Una landing page DEVE essere semplice e pulita, se la landing è troppo complessa il visitatore potrebbe scoraggiarsi nel rimanere sulla pagina.

Maggiore sarà la complessità della pagine e minori saranno le possibilità che l’utente effettui l’azione desiderata. Il messaggio deve essere chiaro e deve contenere solo le informazioni essenziali.

Suggerimenti:

  • Ogni elemento della pagina DEVE incoraggiare  l’azione desiderata . Ridurre il più possibile gli elementi inutili.
  • Inserire nella pagina solamente una “call to action”. Tenere sempre in primo piano l’obbiettivo della pagina
  • Mantenere gli oggi ben distanti con grandi spazi. Una pagina con troppi oggetti ammassati crea confusione all’utente, spesso lo porta ad abbandonarla

Un ottimo esempio è la landing page di  Dropbox .

La pagina contiene solamente il logo, un video ed il pulsante che invita all’azione di download del prodotto. In questo caso sono presenti due azioni: quella principale di download e quella secondaria “Guarda il video”, che serve per rafforzare l’azione primaria.

Il video spiega infatti all’utente come funziona Dropbox e come potrebbe trarre vantaggi dal prodotto.

Eye Flow

E’ molto  importante lo studio del posizionamento degli oggetti in pagina, è importantissimo fare in modo che l’azione finale segua il percorso  degli occhi.

Suggerimenti:

  • Disporre i componenti secondo una logica visiva gerarchica.  Il primo passo è di determinare l’ordine di visualizzazione degli oggetti, il secondo è di progettare la pagina seguendo quell’ordine
  • Utilizzare elementi grafici che possano darvi un vantaggio. Frecce, icone e immagini possono contribuire a dirigere lo sguardo degli  interessanti verso la “call to action”
  • Utilizzare i  colori ad alto contrasto su alcuni elementi: Se per un elemento viene utilizzato un colore  brillante è probabile che sarà oggetto di forte attenzione.

Il sito letsdothis-now , che chiede una donazione come “call to action”, ci presenta un ottimo esempio su come indirizzare correttamente gli utenti nella direzione desiderata .

Il pulsante e le frecce che lo circondano hanno colori ad alto contrasto rispetto allo sfondo grigio scuro…. Forse troppo forte ma efficace.

 

 

Rilevanza

Ogni visitatore arriva alla tua landing page da uno specifico posto “referral”.

Suggerimenti:

  • Creare una landing page per ogni campagna marketing. Se si vuole fare ad esempio una campagna marketing su Facebook è fortemente consigliato creare una landing page rivolta  ai soli  utenti di Facebook.
  • Personalizzare la landing page  a seconda della fonte. Aggiungi contenuti speciali, codici sconto e “call to action”  differenti a seconda del sito chiamante, in alcune situazione può fare la differenza

 

Ridurre il rischio di Taking Action

Gli utenti di Internet non amano prendere dei rischi… L’idea che assale il navigatore quando incontra una pagina di atterraggio è  la sicurezza, la privacy o la possibilità di essere truffati.

Suggerimenti:

  • Dare garanzie è molto importante . Ad esempio, se si desidera che l’utente acquisti un prodotto è doveroso specificare le modalità di un eventuale rimborso
  • Descrivere come risolvere eventuali problemi in cui il compratore può imbattersi. Prima di adottare un azione, gli utenti potrebbero voler sapere di più sul risultato di tale azione. Queste preoccupazioni sono spesso legate a costi, tempi e sicurezza.
  • Offrire una prova gratuita (se possibile). Ad esempio, se l’obiettivo della landing page è quello di sottoscrivere un abbonamento ad una rivista può essere rassicurante per l’utente provare il prodotto, si sentirà più sicuro quando dovrà inserire i dati della sua carta di credito

Offerta limitata

Uno dei metodi per catturare l’attenzione all’interno di una landing page è la formula “Offerta limitata”.

Questo sistema se accompagnato da una proposta economica allettante può mettere la giusta pressione al navigatore per invogliarlo a procedere con l’acquisto e ad agire subito.

Suggerimenti:

  • Utilizzare l’offerta limitata per dare  senso di urgenza. Ad esempio, se viene chiaramente espresso che il prezzo speciale ha validità temporale limitata l’utente sarà maggiormente invogliato ad acquistare il prodotto all’istante.
  • Fornire informazioni dinamiche. Per esempio, se sono disponibili solamente 10 pezzi è importantissimo mostrare agli utenti, in tempo reale, i pezzi ancora in vendita  oppure quelli già acquistati, un acquirente avrà più fiducia se dopo il suo acquisto vede calare il numero di pezzi disponibili.

Sul sito Mighty  utilizzano questa tecnica inserendo il conto alla rovescia, questo induce i visitatori del sito a  comprare più velocemente “un’occasione da non perdere”

Elementi di fiducia

Ci sono molte vie per  rassicurare gli utenti  che il compiere una determinata azione sia un’operazione sicura.

Il metodo più efficace è quello di fornire delle testimonianze sociali attraverso tweets, recensioni positive o commenti su blog.

Altro metodo molto utilizzato è l’utilizzo di certificati o contrassegni di altre società sicure.

Suggerimenti:

  • Fornire tutti i feedback raccolti.  Ad esempio, mostrare il numero di “Mi piace” di Facebook è un buon modo per mostrare la prova sociale, metodo molto utilizzato da quasi tutti i siti
  • Inserire gli elementi di fiducia vicino alla ‘call to action’. E ‘importante che l’utente sia  in grado di vedere questi elementi di fiducia intorno al tuo”call to action”
  • Essere onesti. Non fare mai promesse che non possano essere mantenute, non scrivere false verità che possano portare ad un feedback negativo, l’effetto potrebbe essere devastante

 

Conclusione

Il design della landing page è fondamentale per indirizzare gli  utenti ad intraprendere l’azione desiderata. Prova a seguire i consigli, vedrai che riuscirai a creare delle landing  page efficaci

Mirko Pianetti

Mirko Pianetti

I miei 3 comandamenti sono: Innovazione, marketing e comunicazione.. SEO Specialist, strategic web marketing, usability, optimization, positioning e tuning portal web ma soprattutto Informatico


  • Molto bello questo post, complimenti per i dettagli.

  • Giacomo

    Ho letto l’articolo ed ho modificato le mie landing page, ottima guida veramente.
    I risultati li ho visti da subito.
    Bravissimo Ciao

  • Bell’articolo

    Una domanda, scrivi “a “call to action ” dovrà concludersi con un click. I Pulsanti sono dei controlli molto conosciuti dagli utenti navigatori quindi capiranno subito come effettuare l’azione. E’ statisticamente provato che un bottone aumenta l’efficacia della landing.”

    E se la call to action è una telefonata?

  • @Vincenzo
    Se la conversione porta al contatto significa che la landing ha raggiunto lo scopo, purtroppo però la telefonata non tracciabile quindi è difficile stimare la reale efficacia.